Basilico: come coltivarlo e farlo vivere a lungo

0

Il basilico è una delle piante aromatiche più famose, per via del suo delizioso profumo, che accompagna alla perfezione i piatti della cucina mediterranea. Ma è anche una pianta molto bella da mettere in cucina o sul balcone, per decorare e dare un tocco fresco all’ambiente. Chi ha avuto una pianta di basilico sa che prendersene cura non è sempre facile: ecco qualche trucco per far vivere più a lungo la tua pianta di basilico, e una mini-guida su come coltivarlo in casa.

Basilico: tutti i segreti di questa pianta

Come coltivare il basilico

Scegli un vaso di dimensioni adeguate a quelle della piantina, e sul suo fondo disponi un letto di ghiaia, utile per drenare l’acqua in eccesso, e completa poi il riempimento con del terriccio umido. Durante la crescita della pianta dovrai potarla regolarmente, eliminando eventuali erbacce. Tieni presente che le temperature perfette per il basilico sono miti, mai sotto i dieci gradi, e che la piantina deve essere esposta al sole almeno 6 ore al giorno e deve essere tenuta al riparo dagli eventi atmosferici come pioggia e neve, ma anche sole troppo forte. Bisogna innaffiare frequentemente la piantina con la giusta dose di acqua (senza esagerare!), preferibilmente la mattina oppure la sera al tramonto. La pianta cresce generalmente dopo un mese.

Come far sì che la tua piantina di basilico duri a lungo

Innanzitutto, non bisogna esagerare con l’acqua, ma neanche darne troppo poca: un trucco è quello di toccare con un dito la terra, che deve essere umida, né troppo secca né fradicia. Arricchisci il terriccio con del concime organico, che restituirà alla terra tutte le sue proprietà, utili alla corretta crescita della pianta.

Molto importante anche la cura periodica: sulla pianta cresceranno regolarmente dei piccoli grappoli di fiori, che dovranno essere recisi, per evitare che la pianta diventi legnosa e quindi inutilizzabile per cucinare. Infine,varieta di basilico presta attenzione all’esposizione al sole: il balcone è il posto ideale per la tua piantina!

Basilico: le varietà

Esistono diversi tipi di basilico, ecco le più comuni tipologie:

– Basilico genovese: è quello più comune, utilizzato per il famoso pesto

– Basilico greco: presenta foglie arrotondate e un odore intenso

– Basilico lattuga: ha le foglie grandi e un aroma che ricorda la menta

– Basilico thailandese: sa di menta e liquirizia, è forse il più aromatico

– Basilico porpora messicano: di colore rosso scuro, ha un sapore fruttato

E tu, hai scelto il tuo?

Share.

About Author