La Bouganville

0

Le piante rampicanti sono presenti in molti giardini, sono ottime per decorare recinzioni e muri di cinta soprattutto se questi non sono molto alti e si vuole riservare la privacy della propria abitazione. Esistono molti tipi di piante rampicanti, in questo post parleremo della bouganville che da sempre rappresenta una tra le piante maggiormente utilizzate per completare la parte ornamentale dei giardini.

bouganville

Questa pianta è originaria dell’America del sud, una piccola curiosità sul nome di questa pianta: Bouganville è il nome di un ammiraglio che decise di importare in Europa questa specie di pianta dopo averla scoperta durante una delle sue imprese di navigazione. Queste come abbiamo detto sono rampicanti ma anche a forma di cespuglio. Per mantenere in buono stato la forma di queste piante, è necessario che sia sempre presente la cura e la manutenzione soprattutto per quanto riguarda la potatura.

Questa pianta ama le temperature calde, quelle ideali sono comprese tra i 18 e i 24 gradi, ma può vivere benissimo anche in presenza di 35 gradi. Invece mal sopporta le basse temperature, si consiglia di non esporle a zone climatiche particolarmente impervie con un clima freddo e che scenda sotto i 4 gradi centigradi. Cresce e si sviluppa bene in zone soleggiate, quindi quando decidete di impiantarla, assicuratevi che la zona sia ottima per loro e ben esposta al sole.

Esistono tanti tipi di bouganville, le differenze sono date da piccoli particolari che riguardano i colori e la forma delle foglie con le diverse intensità di colore. Alcuni generi sono degli ibridi e nascono dall’incrocio di due generi diversi, ricordiamo:

  • Bouganville per Buttiana nasce dall’unione dei due diversi generi: Glabra e Peruviana, questa può presentarsi con diverse colorazioni, ma quelle più famose e usate sono quelle che tendono ad avere una sfumatura tendente al rosso e al rosa.
  • Bouganville Glabra è una tipologia di pianta arrampicante che può arrivare a raggiungere anche i sei oppure otto metri di altezza, questa presenta fiori brillanti e lucenti nelle varianti bianco e giallo. La fioritura comincia a giugno e dura fino alla fine dell’autunno; le foglie hanno uno splendido color verde accesso e vivace.
  • Bouganville Refulgens: questa ha anche foglie di un intenso colore verde scuro che presentano una delicata peluria, il colore è sul classico che siamo abituati a vedere nelle bouganville: il viola.

Ci sono ancora:

  • Bouganville Speciosa
  • Specatbilis
  • Sensation
  • Don Mario
  • Aurantiaca
  • Royal Red
  • Scarlet
  • Barbara Karst

Esistono molti altre varianti delle Bouganville, tutte simili che presentano una particolarità che le accumuna un po’ tutte: i fiori è la tendenza di questi a raggrupparsi e formare una sorta di pannocchia.

Se decidete di piantare una Bouganville, dovrete assicurarvi che le condizioni del terreno siano adatte a questo genere di pianta; il terreno deve essere ben drenato e costituito da torba e sabbia in virtù di quanto appena detto. È importante per la bouganville che il terreno presenti sempre un ottimo grado di umidità affinché questa possa crescere e svilupparsi nel modo migliore. I mesi in prossimità della primavera, ossia febbraio e marzo sono quelli indicati per eseguire l’operazione di rinvaso della pianta. Quando arriva il freddo e la stagione invernale se abitate in una zona particolarmente fredda, si consiglia di porre questa pianta al riparo; se si trova in vaso è un’operazione facilmente eseguibile, basta porla all’interno dell’appartamento.

La concimazione prevede un fertilizzante liquido da miscelare insieme all’acqua destinata all’irrigazione da eseguire una volta la settimana durante il periodo della fioritura; quando arriva invece l’autunno, questa pianta ha bisogno di un concime a rilascio lento a base di azoto con irrigazioni meno frequenti. Come detto la Bouganville ha bisogno di un terreno sempre umido, quindi si consiglia di innaffiare questa pianta molto di frequente durante la stagione estiva, anche tre volte la settimana; in inverno queste possono avvenire invece con meno frequenza.

La potatura si consiglia di farla prima che arrivi il momento della fioritura, il mese designato è febbraio. Eliminate tutti i rami che non stanno bene e che presentano chiari segni d’indebolimento; gli altri rami oggetto di potatura, devono essere tagliati per un terzo della loro lunghezza totale.

Attenzione anche ai parassiti e alle malattie delle piante; particolare attenzione prestate al ragnetto rosso, agli afidi e alla cocciniglia che tendono ad aggredire le Bouganville; anche le muffe sono pericolose, ecco perché sorvegliare sempre la pianta e verificare che non ci sia troppa umidità. Se doveste accorgervi del problema presente nella vostra pianta, fatevi consigliare, in base al grado d’intensità del problema dal vivaio di fiducia che saprà indicarvi come eliminare le infestazioni di parassiti e come eventualmente agire per ridurre ed eliminare la muffa.

Share.

About Author