Come coltivare il limone in vaso?

0

Se hai in mente di coltivare il limone in vaso, devi tenere a mente alcuni importanti accorgimenti che ti consentiranno di ottenere risultati molto importanti e soddisfacenti: per esempio, devi sapere che la coltivazione in vaso presuppone la messa in atto di interventi protettivi, utili a fare in modo che gli agrumi, nei vari momenti della loro crescita, rimangano sempre a condizioni di temperatura adeguate alle loro necessità. Lo sviluppo dei fruttiferi, infatti, viene bloccato nel corso della stagione invernale per colpa del freddo, ed è per questo che si rischia una fase di rallentamento vegetativo.

Perché è meglio coltivare il limone in vaso?

La scelta di coltivare il limone in vaso, pertanto, è pratica e utile al tempo stesso: con questa soluzione, infatti, si ha l’opportunità di portare le piante in ambienti in cui la temperatura non scenda al di sotto dello zero (il che non vuol dire, comunque, che tali ambienti debbano essere riscaldati). Le location più indicate sono quelle piuttosto luminose. Le operazioni colturali da eseguire devono, in ogni caso, essere frequenti.

Per coltivare il limone c’è bisogno di un vaso che sia profondo e capiente, con una larghezza pari a non più di due terzi della grandezza della chioma; nel caso in cui optassi per un contenitore più grande del dovuto, infatti, avresti bisogno di una quantità di terriccio maggiore, e la pianta sarebbe portata a “concentrarsi” più sulle radici che non sulla parte aerea.

I dettagli da non sottovalutare

Dovresti prestare la massima attenzione, inoltre, agli eccessi idrici: se intorno alle radici si forma troppa umidità, per un periodo di tempo piuttosto prolungato, la probabilità di andare incontro a marciumi radicali è coltivare limone in vasodecisamente elevata. Il segreto sta nel fare a meno dei sottovasi: molto meglio fare in modo che il vaso sia collocato sopra due o tre mattoni, così che l’acqua in eccesso possa defluire senza alcun problema.

Per quel che riguarda la fase della messa a dimora, molto delicata quando si tratta di coltivare il limone, sul fondo dovresti impiegare uno strato di argilla espansa: anche questo è un accorgimento finalizzato ad agevolare lo sgrondo della quantità di acqua in eccesso. Non dovresti far fatica a trovare in commercio un terriccio specifico per gli agrumi; tuttavia, nel caso in cui non lo avessi a disposizione, puoi sostituirlo senza problemi con un terriccio universale. La stagione più adatta per la messa a dimora, infine, è quella primaverile, a partire dagli ultimi giorni del mese di marzo: sei pronto a vedere crescere i limoni?

Share.

About Author