Come coltivare lo zenzero in vaso (e quando raccoglierlo!)

0

Lo zenzero è una spezia utilizzata sempre più spesso in cucina sia per le sue proprietà aromatiche che per quelle nutrizionali. Da qui la necessità, oltre che volontà, di coltivarlo a casa. Entriamo quindi nei dettagli e scopriamo assieme come coltivare lo zenzero in vaso, ma anche le sue proprietà e benefici.

Proprietà e benefici dello zenzero

La pianta zenzero appartiene alla famiglia delle Zingiberaceae ed è molto utilizzata in cucina per via delle sue proprietà antinfiammatorie e digestive che la rendono particolarmente utile per stomaco e cuore.

Usato come valido rimedio contro nausea e vertigini, lo zenzero presenta importanti proprietà antiemetiche che sembrano avere effetti locali sulle pareti dello stomaco e anche dell’intestino. Nella radice piccante del zenzero pianta si concentrano i principi attivi, quali sostanze non volatili come gingeroli, mucillagini e resine.

Per via delle sue proprietà antibiotiche, lo zenzero è un valido alleato di cuore, intestino e apparato circolatorio. È utile anche contro l’alitosi; a tal fine si consiglia di sorseggiare acqua calda bollita per 10 minuti con zenzero fresco in modo tale da favorire la digestione e contrastare l’accumulo di tossine e la fermentazione batterica.

Come coltivare lo zenzero in vaso: consigli

Una volta definite proprietà e benefici della pianta dello zenzero è facile capire perché sempre più persone vogliano  capire come coltivare lo zenzero in vaso. Se è pur vero che i supermercati sono i luoghi giusti dove comprare lo zenzero in bustina, allo stesso tempo nessun aroma acquistato ha lo stesso sapore di quello coltivato con le proprie mani. Proprio per questo motivo coltivare zenzero e rosmarino in vaso è una pratica sempre più diffusa.

benefici zenzero

Zenzero: una radice dai numerosi benefici

Vediamo quindi assieme come coltivare lo zenzero in vaso.

Alcune indicazioni utili

Per quanto riguarda lo zenzero la coltivazione classica non necessita di particolari cure, mentre la coltivazione in vaso prevede qualche piccolo accorgimento. Prima di sapere come coltivare lo zenzero in vaso, quindi, è importante ricordare che la temperatura dell’ambiente circostante non deve mai scendere sotto i 15 gradi. Vi consigliamo di scegliere una posizione in cui la pianta possa avere a disposizione sole filtrato. Il terreno deve essere ricco di sostanza organica, ma allo stesso tempo bisogna evitare ristagni d’acqua. L’ambiente deve essere umido, quindi se il vaso è collocato in un locale climatizzato bisogna nebulizzare la zona oppure aggiungere dell’argilla espansa nel sottovaso.

Zenzero in vaso

Per coltivare zenzero in vaso dovete innanzitutto avere a disposizione una o più radici. Scegliete quindi un contenitore sufficientemente grande e profondo affinché le radici abbiano spazio a sufficienza per svilupparsi. Utilizzando un vaso con diametro di 40 cm, ad esempio, potrete ospitare 3 piante poste a 15-20 cm l’una dall’altra. Il terreno deve essere ben drenato e composto da un 50% di terriccio argilloso-sabbioso e da un 50% di composto maturo.

Ricordatevi di innaffiare una volta al giorno, nelle ore serali. Quando le temperature cominciano ad abbassarsi, invece, dovete diradare le irrigazioni.

LEGGI ANCHE >> COME COSTRUIRE UNA SERRA

Quando coltivare e raccogliere lo zenzero

Quando raccogliere lo zenzero?

Quando raccogliere lo zenzero?

Il momento migliore per coltivare lo zenzero va dalla fine dell’inverno fino all’inizio della stagione estiva. Lo zenzero può essere raccolto dopo cinque o sei mesi dall’avvio della coltivazione.

Il momento ideale per la raccolta, comunque, è quando le foglie risultano secche.

Dove comprare lo zenzero

Premesso che è possibile comprare le radici di zenzero fresco al supermercato, allo stesso tempo bisogna prestare attenzione che non siano state trattate in modo tale da evitare la germinazione. Per andare sul sicuro, quindi, vi consigliamo di rivolgervi a consorzi agrari ben forniti oppure sfruttare la compravendita online.

Zenzero: come utilizzarlo in cucina

Dal gusto pungente, intenso e lievemente piccante, lo zenzero è particolarmente apprezzato per via del suo sapore fresco e pulito. Spezia ideale come condimento aromatizzante, sia per ricette dolci che salate, ma anche per liquori o gelati, lo zenzero si sposa bene con vari ingredienti. Tra questi si annoverano: il cardamomo, la noce moscata e il pimento, ma uno degli abbinamenti più conosciuti è quello con la cannella. Ingrediente chiave nella preparazione di molti biscotti, lo zenzero è ideale anche per pietanze salate come accompagnamento di carne, pesce e crostacei, sotto forma di condimento o di salse.

Share.

About Author

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: