I migliori 10 fiori autunnali da coltivare

0

Se sei triste per l’imminente passaggio dall’estate all’autunno puoi dare una “botta di vita” e di colore al tuo giardino o al tuo terrazzo scegliendo i migliori fiori autunnali da coltivare. Dopo aver coltivato i fiori estivi è giunto il momento di dedicarsi ai fiori autunnali. L’autunno viene spesso associato a colori grigi e molto opachi, ma puoi tranquillamente coltivare fiori colorati anche in questa stagione. Colorare la propria casa o il giardino con dei bei fiori variopinti è anzi un’ottima soluzione per passare dall’estate all’autunno senza perdere il buon umore.

>LEGGI ANCHE -> POTATURA ULIVO: QUANDO E COME FARLA<<

fiori autunnali 2

10 fiori autunnali da coltivare: il ciclamino

Il ciclamino con i suoi colori variopinti è in grado di colorare e vivacizzare l’autunno. Resiste bene al freddo quindi può essere collocato all’esterno, ma vanno evitati ristagni e luce diretta. Il terreno deve essere umido e non bagnato e sono richieste innaffiature moderate nel periodo di riposo vegetativo. Nei periodi molto freddi il ciclamino andrebbe esposto in una zona illuminata e lontana dai caloriferi.

Viola, fiore autunnale versatile e resistente

Le viole sono tra i fiori autunnali più facili da coltivare poiché resistono bene alle condizioni climatiche più avverse. Possono sopravvivere al sole o in penombra, purché il terreno sia umido. Le viole offrono varie tipologie di colore, quindi puoi sbizzarrirti in vari accoppiamenti cromatici.

Narciso autunnale, il fiore “precoce”

Il narciso autunnale è uno dei primi fiori autunnali a sbocciare. Si adatta perfettamente a condizioni climatiche dove la temperatura non scende sotto i 5 gradi. I narcisi autunnali vanno piantati ad una profondità doppia dell’altezza dei bulbi in terreni sabbiosi. Le innaffiature devono essere contenute e mai eccessive.

Ortensia, il fiore delicato

L’ortensia è un bellissimo fiore d’autunno particolarmente delicato e sensibile. Bisogna proteggerla adeguatamente in inverno soprattutto nelle zone fredde e la pacciamatura è un’ottima soluzione. Taglia i rami sfioriti e pota con regolarità il fiore impedendo all’ortensia di espandersi troppo.

La bellezza selvatica della sternbergia

La sternbergia un tempo nasceva nei terreni aridi e sassosi ed oggi è classificata come pianta rara. Conta oltre 10 specie ed è facile da coltivare, ma deve essere collocata in un angolo soleggiato e richiede un terreno drenato ed innaffiature moderate.

Pervinca, fiore da cotivare in vaso o in giardino

La pervinca non ha bisogno di molta luce quindi può essere collocata anche in una zona ombreggiata. Questo fiore si adatta bene a qualsiasi tipo di terreno, ma bisogna impedire il ristagno ed effettuare innaffiature regolari e non troppo abbondanti soprattutto sul finire dell’autunno.

Zinnia, il fiore adattabile

La zinnia è uno dei fiori d’autunno più adattabili ad ogni condizione. Può essere annuale o perenne e le dimensioni variano in base alla specie. Le zinnie amano il sole ed il vento e, pur sopportando bene l’ombra, dovrebbero essere esposte in una zona soleggiata e ben ventilata per gran parte della giornata. Quando il terreno è secco precedi ad innaffiature controllate.

Camelia, soffice bellezza

Popolarissima in Giappone la camelia è un bellissimo fiore soffice e delicato. Le camelie a fioritura invernale sopportano bene sia il caldo che il freddo. Per garantire un buon drenaggio devi aggiungere al terreno sabbia, argilla e torba se coltivi la camelia in vaso.

Erica, l’elemento perfetto per le decorazioni

Grazie ai fiori dalle varie sfumature l’erica diventa infatti un elemento perfetto per decorare con gusto e colorare il proprio giardino. L’erica resiste bene al freddo, è facile da coltivare e preferisce un terreno fresco e umido.

Giacinto, profumazione intensa

Chiudiamo la top ten dei fiori autunnali con il giacinto, che garantisce un’intensa e gradevole profumazione. Il fiore offre una notevole resistenza al freddo e sono disponibili diverse colorazioni per ogni preferenza. Se coltivato in giardino il giacinto può essere posizionato anche in una zona assolata; all’interno invece andrebbe collocato in una zona illuminata ma lontana dai raggi solari diretti ed in una temperatura di almeno 13 gradi.

Share.

About Author

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: