La Viola: particolarità e caratteristiche

0

Una pianta che si nota spesso nei giardini è la Viola, si tratta di una specie dalla nuance prettamente viola, che colora e ravviva il giardino con le sue particolari sfumature e al contempo per la semplicità del suo stesso fiore. Conosciamo le caratteristiche di questa pianta: tutto quello che devi sapere per coltivarla nel tuo spazio green.  Quando si parla della Viola come pianta, il discorso è sempre un po’ generico perché sono presenti circa quattrocento specie diverse, tutte appartenenti alle piante perenni della categoria delle Violacee, che conta la presenta di un numero importante di generi e specie.

Viola

Questa pianta è originaria dell’America, dell’Africa e anche della Nuova Zelanda; è molto diffusa in tutta Europa, ed è molto facile vedere le colture di questo fiore nei campi e giardini italiani, ma non solo; è anche presente in molti terrazzi e balconi. Molti amanti di questo tipo di piantine sono soliti ospitarli anche nei loro balconi di casa, quando purtroppo non hanno la possibilità di avere un giardino o uno spazio verde.

Le sue caratteristiche, infatti, permettono a questa pianta di poter usufruire del nostro clima, soprattutto nel sud dell’Italia, con le sue condizioni climatiche forse più favorevoli, date dalle temperature climatiche più miti. La Viola infatti ama la luce solare diretta e resiste molto bene alle alte temperature, al contrario invece non si trova bene con atmosfere particolarmente fredde pur resistendo comunque a un clima invernale ma non particolarmente rigido. Cercate di porla in un luogo dove possa usufruire dei diretti raggi del sole e proteggetela dall’esposizione ai venti. Se non ci sono condizioni ambientali idonee, come una lunga esposizione al sole per esempio, la Viola può essere ugualmente piantata, ma avrete un maggior verde della piantina rispetto alla fioritura, che purtroppo sarà più povera e magra.

Quando piantate la Viola assicuratevi che il terreno sia quello adatto e idoneo a questa pianta: molto fertile che favorisca un buon drenaggio, dove oltre alla terra sia presente una buona quantità di sabbia e soprattutto di torba, con un quantitativo che risulti addirittura il doppio rispetto alla sabbia.

La stessa irrigazione deve essere sì frequente, ma nelle giuste quantità e non abbondanti; è richiesta l’innaffiatura solo quando la pianta stessa lo richiede,deve avvenire a bisogno. Sicuramente una differenziazione va fatta tra la stagione invernale ed estiva, in quest’ultimo caso le innaffiature devono avvenire ogni tre giorni circa, se non ci sono ristagni di acqua ovviamente, che sono nemici della pianta; nel periodo invernale queste devono avvenire molto più di rado: generalmente una volta a settimana.

Anche la Viola ha bisogno di essere concimata per ottenere un prodotto finale in un buono stato di salute e soprattutto florido. Si consiglia un concime con azoto, fosforo e potassio. Si può scegliere tra un concime a lungo rilascio a granuli che si miscela al terreno che va inserito all’inizio dell’estate, oppure anche un tipo diluito con acqua da usare quando comincia la primavera a intervalli di venti giorni.

Se volete una Viola ad arricchire il vostro balcone o giardino, potete acquistare benissimo i semi nei negozi e o ipermercati addetti a questo genere di vendita; è molto semplice : basta porre i semi nel terreno anche all’interno di un vaso capiente, coprire il tutto con della plastica in modo che si formi una specie di piccola serra e quando, dopo circa due settimane, saranno comparse le prime piantine, potete eliminare la copertura in modo che aumenti anche la ricezione della luce. Quando le piante saranno abbastanza robuste, possono essere destinate al travaso. Quando si prosegue alla messa in dimora in altri siti, controllate sempre che le forbici e o gli attrezzi necessari per il taglio, siano ben disinfettati per evitare che la pianta possa danneggiarsi.

Questa pianta non esige la potatura, è indispensabile che si effettui la normale e classica manutenzione, ossia eliminare le erbacce e controllare che la Viola non sia attaccata da funghi e parassiti delle piante. Quando notate questo genere di infestazioni, lavate bene la pianta con una spugna e ricordatevi di farvi indicare dal vostro negoziante un buon prodotto disinfettante contro i parassiti come gli afidi e le cocciniglie e usarlo per tutto il tempo necessario seguendo le istruzioni del singolo caso.

La fioritura si presenta all’inizio della primavera per poi continuare con l’arrivo dell’estate. I fiori possono avere diverse tonalità, oltre al classico viola sono carini quelli che mostrano anche colorazioni sul giallo e anche sul blu.  Per una prolungata fioritura, vige la regola del controllo dei fiori secchi, che vanno eliminati per favorire la salute di quelli presenti e anche la loro durata .

La Viola ha una particolare profumazione molto delicata e soft, per questo motivo è anche utilizzata in cosmetica per l’ottenimento di fragranze uniche e soavi per la realizzazione di profumi ma anche per prodotti destinati all’igiene personale.

Share.

About Author