Le malattie delle piante: come riconoscerle e rimedi

0

Le piante possono essere attaccate da diverse malattie, che a loro volta sono state generate dall’invasione di agenti infestanti: i parassiti che trovando ambiente confortevole alle loro vita ed esistenza si annidano nelle piante danneggiandole. Vediamo di conoscere alcune malattie delle piante tra le più comuni e con quali sintomi ed eventuali interventi da fare per curare le piante malate.

Una tra le malattie più diffuse si chiama Oidio e attacca la parte delle foglie delle piante, per accorgersi della sua presenza basta notare una leggera comparsa di macchioline bianche sulle foglie verdi, queste successivamente tendono ad annerirsi e quindi arrivano alla marcitura. Questa malattia si origina da un fungo che trova terreno fertile per diffondersi grazie alla forte umidità che ristagna sulla pianta. Per questo motivo è bene eseguire una buona irrigazione delle piante ed un’adeguata manutenzione delle stesse evitando che ci siano ristagni di acqua che come detto, possono dare inizio a malattie fungine come l’oidio appunto. Si consiglia di non bagnare le foglie quando possono esserci forti escursioni termiche; nel momento in cui si nota questa malattia, si agisce adoperando rimedi a base di zolfo.

Un’altra malattia molto comune e la fumaggine: questa si sviluppa in base alla colonizzazione d’insetti come afidi e cocciniglie. Quando si manifesta, inizialmente, si può semplicemente passare sulle foglie intaccate da questa malattia un panno in microfibra, quando però si nota una vera infestazione nelle foglie, il rimedio indicato è a base di rame per scongiurare l’aggravarsi della malattia sulle piante interessate.

Altra malattia delle piante che sentiamo spesso nominare quando si parla di quest’argomento è la muffa grigia; e poi ancora esistono altre forme di marciume delle foglie e dei colletti che possono danneggiare seriamente le piante in oggetto. Queste malattie si manifestano su tutto il corpo della pianta, e quindi sia sulle foglie e sia sul tronco della stessa. Deriva una condizione climatica avversa con forti ristagni di acqua e molta umidità presente in prossimità della pianta vittima di muffa grigia. Lo scarso metodo di coltivazione ha un’influenza molto grave sullo svilupparsi di queste piante che possono arrivare anche alla morte se non si interviene nel modo corretto sia in fase di prevenzione e sia anche con i trattamenti adeguati a base di zolfo anche durante la coltivazione e la fertilizzazione del terreno. Se non si seguono le principali regole sopra accennate riferenti all’umidità ed anche alla non idonea ariosità delle aree destinate alle piante, si origina la botrite, che è una tra le maggiori malattie che generano la muffa grigia.

Di seguito altre malattie delle piante:

  • Mal bianco
  • Ticchiolatura
  • Virosi
  • Peronospora
  • Batteriosi
  • E poi ancora le malattie delle rose e la malattia della vite.
Share.

About Author