Il concime per il prato

0

Il Concime è importante per mantenere il vostro prato in buona salute, sempre verde brillante con un manto omogeneo e senza parti danneggiate da eventuali malattie fungine e o la presenza di parassiti vari. La concimazione è un processo che va eseguito con regolarità e costanza e soprattutto con buoni prodotti, quelli giusti che racchiudano tutte le sostanze nutritive di cui ha bisogno il terreno e le stesse piantine del prato affinché si mantengano sempre splendidi.

Ci sono tante sostanze come azoto, fosforo e potassio per citare quelle più importanti, che insieme al ferro sono essenziali per una buona crescita e sviluppo del prato. Basta seguire alcuni passaggi fondamentali per ottenere un manto erboso sicuramente invidiabile e soprattutto che resista agli attacchi da attacchi esterni. In questo modo potrà perdurare anche durante le varie e differenti stagioni, sia che esse siano calde e afose oppure fredde e molto piovose.

La prima cosa da fare quando si vuole un prato che abbia una buona conservazione nel tempo, è sicuramente la preparazione del terreno ancor prima della semina; questa si fa con la rullatura che si esegue tramite specifici macchinari, in questo modo si eliminano le parti morte della vegetazione presente ed inoltre si permette l’areazione del terreno rendendolo così permeabile alle sostanze nutritive presenti nel concime che andrete ad utilizzare durante la fase della concimazione.

I tempi della concimazione sono molto importanti, il prato va concimato 4 volte durante l’anno con intervalli di tre mesi; il concime del prato va utilizzato per la prima concimatura nel periodo dell’anno che intercorre tra il mese di febbraio e marzo; in questo momento dell’anno le piantine del prato hanno bisogno maggiormente di azoto in quanto sono in piena fase di crescita e sviluppo. Gli elementi fondamentali che deve contenere un buon concime per il prato sono come detto l’azoto, e poi il potassio, il fosforo e in alcune percentuali minime anche di ferro.

Le concimazioni prevedono una parità di distribuzione del potassio e dell’azoto di norma, però, è stato comprovato che il potassio rende le piantine del prato più forti e resistenti, capaci di sopportare le alte temperature afose della stagione calda e le temperature fredde del lungo inverno. Quindi si consiglia di usare come concime per il prato quello che abbia una percentuale di potassio maggiore rispetto all’azoto durante le concimazioni dell’estate e dell’autunno; invece negli altri due casi, come quello già citato che si esegue appena prima della primavera, deve contenere una quantità di azoto maggiore per i motivi sopra esposti. La presenza del ferro permette di avere un prato verde e di una splendida colorazione intensa, si consiglia di usarlo soprattutto durante la concimazione primaverile. In alternativa al ferro si può anche usare del solfato di ferro che si può diluire con acqua e distribuirlo così sul manto erboso; questa soluzione è ottima per combattere anche l’infestazione del muschio bianco che attacca maggiormente il prato. Le quantità consigliate sono: 55 grammi per 100 metri quadrati se si usa solo per rinvigorire la colorazione; invece se si vuole contrastare anche la presenza del muschio si devono utilizzare 400 grammi ogni 100 metri quadrati.

Le caratteristiche del concime per il prato però prevedono anche due classificazioni importanti di cui tener conto quando ci si reca al negozio per l’acquisto. Esistono due concimi diversi: uno a rilascio lento delle sostanze nutritive ed uno invece ad assorbimento veloce. Questi, così come da definizione stessa, prevedono un assorbimento dei nutrienti in momenti diversi: durante i 3 o 4 mesi intervallati tra una concimazione e l’altra, che si ha con il concime a rilascio lento, ed è la soluzione anche maggiormente consigliata; in questo modo si permette al terreno di nutrirsi per tutto il periodo indicato. Il rilascio veloce invece si usa quando si rende necessaria un’azione tempestiva, di fatti, prevede una conglomerazione degli elementi nutritivi in tempi molto rapidi, questo processo però può essere danneggiato durante la pioggia per esempio, in quanto può causare una perdita consistente di elementi.

Il concime per il prato si distribuisce sia in maniera manuale oppure tramite le macchine apposite per questa operazione.

Share.

About Author