Giardini di Versailles: curiosità e informazioni sui meravigliosi giardini di Francia

0

A circa venti chilometri da Parigi sorge, maestosa, la Reggia di Versailles, commissionata da Luigi XIV, il Re Sole, come dimora dei reali di Francia. A creare una cornice mozzafiato attorno a questo elegante palazzo reale vi sono i giardini di Versailles, che si estendono per ben 800 ettari, tra fontane, viali e boschetti.

Entriamo ora nei dettagli e scopriamo insieme alcune curiosità e informazioni su questi meravigliosi giardini Francia.

Versailles reggia e giardini: cenni storici

La realizzazione della Reggia di Versailles giardini si deve a Re Luigi XIV. Egli, infatti, volle trasformare un castello di caccia nella residenza reale di Francia, dopo essere rimasto ammaliato alla vista del castello Vaux Le Vicomte del ministro delle finanze Foquet – con annesso giardino. A stupire il Re, infatti, non fu solo la bellezza, ma anche l’ostentazione di lusso e sfarzo, oltre che dei tanti soldi investiti. Il ministro fu poco dopo arrestato e condannato all’ergastolo per aver utilizzato i soldi della corona per costruire il suo castello.

In seguito alla caduta in disgrazia di Foquet, il Re Sole decise di rendere la tenuta di caccia acquistata in precedenza da Re Luigi XIII il più grande e apprezzato esempio di architettura paesaggistica al mondo.

giardini di versailles cosa vedere

I Giardini di Versailles

Decise quindi di avvalersi del lavoro di tre dei più grandi artisti dell’epoca. L’architetto Louis Le Vau, il pittore André Le Brun e André Le Notre, considerato il più prestigioso giardiniere del tempo.
Attivo in età barocca, l’architetto francese André Le Notre ebbe l’incarico nel 1661 di realizzare quelli che sono considerati tra i più spettacolari e famosi giardini reali della storia. Le sue abilità artistiche e le sue competenze nell’innovativo settore idraulico l’hanno reso famoso in tutta Europa.

Caratteristiche giardini di Versailles

grand trianon giardini di versailles

Grand Trianon Versailles

I giardini del Re che circondano la Reggia Versailles si presentano con ben 4 nuclei principali.
I giardini di Versailles veri e propri, frutto del lavoro di Andrè Le Notre, che si presentano con il tradizionale giardino alla francese, il Parco con il Grand Canal, il Grand Trianon e per finire il Petit Trianon, con il villaggio di Maria Antonietta. A impreziosire i famosi giardini parigini vi sono 50 fontane giardino, lunghissimi canali, aiuole disegnate e potature che si mostrano in tutta la loro bellezza con ben 200 mila alberi e oltre 200 mila fiori di diversi colori che vengono piantati ogni anno.

Bellezze architettoniche e naturalistiche

I giardini di Versailles sono particolarmente famosi per la grande varietà di piante e fiori presenti, ma soprattutto per le straordinarie bellezze architettoniche. Come già detto, tra queste si annoverano il Grand Trianon, il Petit Trianon e il Villaggio di Maria Antonietta.

giardini di versailles petit trianon maria antonietta

Petit Trianon di Maria Antonietta

Il Grand Trianon è un palazzo all’italiana in marmo verde e rosa, circondato da giardini fioriti. Qui il Re Sole soleva trascorrere brevi periodi di vacanza per sfuggire agli impegni di corte palazzo.
Per Maria Antonietta, invece, il posto giusto in cui potersi allontanare dai fasti del palazzo era il Petit Trianon. Quest’ultimo è uno degli angoli più belli dei giardini di Versailles, grazie alla presenza di piccole cascate, aiuole e il Tempio dell’Amore. Superato quest’ultimo si giunge al Villaggio di Maria Antonietta, dove ancora oggi si coltivano prodotti della terra e si allevano vari tipi di animali.

Fontane giardino

Nel sottosuolo sono presenti oltre 50 chilometri di tubazioni sotterranee e ben 600 getti d’acqua. Quest’ultimi erano particolarmente apprezzati da Re Sole che amava trascorrere qui del tempo con la sua Corte. Dato che accendere continuamente le fontane comportava costi elevati, i valletti decisero di accendere i giochi d’acqua solamente quando passava il Re, per poi spegnerli poco dopo. La vera e propria perla dei giardini di Versailles è il Grand Canal, spesso teatro di festeggiamenti organizzati da Re Luigi XIV, che decise addirittura di portarvi alcune barche.

fontana di apollo giardini di versailles

Fontana di Apollo

Emblema dei meravigliosi giardini del Re sono sicuramente le fontane giardino, come la fontana di Apollo che si presenta come simbolo della grandezza del Re. Non meno importanti anche la fontana di Latona, quella del Drago, quella dei bambini d’oro, quella di Nettuno e la fontana di Encelado.

Piante e boschetti

Da non perdere per nessun motivo i meravigliosi boschetti, che si presentano come dei veri e propri salotti all’aperto ricchi di statue e fontane. Il boschetto di Rocaille presenta l’unica cascata dei giardini di Versailles. Il bosquet de la Reine presenta piante esotiche in un giardino all’inglese. Il boschetto del Colonnato, invece, è famoso per il suo meraviglioso peristilio avente un diametro di oltre 40 metri. Da non dimenticare inoltre l’Orangerie. Quest’ultima, situata sotto il Parterre du Midi e formata da tre lunghe gallerie e finestre ad arco, veniva utilizzata per ospitare in inverno piante di agrumi, piante esotiche e coltivazioni provenienti dai paesi caldi.

A questo punto abbiamo scoperto assieme alcuni degli aspetti fondamentali dei giardini di Versailles che sono apprezzati in tutto il mondo per la loro straordinaria bellezza. Voluti da Re Sole, è possibile ancora oggi rivivere i fasti di un tempo semplicemente passeggiando attraverso questi meravigliosi giardini.

Non resta quindi che recarsi di persona al Castello di Versailles e ai suoi giardini, per vivere momenti di pace e tranquillità all’insegna dell’eleganza delle antiche famiglie reali francesi.

Share.

About Author

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: