Gli attrezzi principali per il giardinaggio

0

Il giardino richiede una cura costante e curata, per svolgere al meglio questa attività sono necessari gli attrezzi giusti per un buon giardinaggio. Vediamo quali sono gli attrezzi più diffusi e che non devono mai mancare per la manutenzione del tuo giardino:

  • Vanghe, badili, rastrelli
  • Coltivatore, sarchiatore, zappa
  • Le varie tipologie di forbici da giardinaggio – quelle specifiche per il giardinaggio, forbice da martinetto , con ingranaggio, per fiori, per vigna, per le siepi, per erba e svettatoio.

Mantenere il giardino in buono stato non è un’operazione troppo complicata, basta conoscere gli attrezzi giusti e usarli nel modo adeguato.

Le vanghe i badili e i rastrelli sono i primi attrezzi da acquistare e riporre nel tuo armadietto da giardino per essere sempre pronti all’uso. Questi sono indispensabili per la lavorazione del terreno, la vanga e il badile hanno una forma simile tra loro: triangolare, sono di metallo e il manico può avere diverse lunghezze seconda dei casi e della propria praticità. Si usano per scavare buche e piantare le piante nel nostro giardino, e per una buona lavorazione del terreno soprattutto se quest’ultimo è destinato ad essere concimato. La base della vanga può assumere anche forma rettangolare o trapezoidale se si deve trattare un terreno più morbido oppure se per esempio si devono spostare delle piante. Per spostare delle quantità superiori di materiale, oltre la vanga si può usare il badile la cui forma è sempre simile alla vanga solo che il fondo è più a coppa per poter raccogliere maggiori quantità di materiale.

Nel giardinaggio si richiede un notevole sforzo fisico, per migliorare le prestazioni del vostro lavoro usate il badile; piegando le ginocchia usando quest’attrezzo da giardino eviterete di sforzare e sovraccaricare il lavoro sulla schiena. Il rastrello unito alle vanghe e ai badili serve per ripulire il giardino dalle foglie secche; questo è costituito da un manico di legno con alle estremità una serie appuntita di lame affilate. Quest’attrezzo si usa soprattutto quando bisogna preparare il terreno alla semina. Esiste il formato più grande per passarlo sul manto erboso in periodo di fertilizzazione.

Il coltivatore, il sarchiatore e la zappa, sono tre strumenti che servono per arieggiare il terreno e pulirlo da eventuali erbacce. Il coltivatore si usa per quelle parti di terreno che devono essere lavorate in modo particolare, è un misto tra una forca e una zappa, è costituito da diverse lance ricurve. La zappa si usa per lavorazioni superficiali, da una parte è presente una lama rettangolare e allungata, alcuni esemplari hanno due lame; sul lato opposto c’è la parte della pala che può essere triangolare oppure rettangolare o trapezoidale.

Il sarchiatore è forse meno comune, ma è anch’esso uno strumento da giardinaggio da tenere in considerazione; si usa per recidere la parte infestata delle erbe che si trovano alla base delle piante.

Le forbici si presentano sotto diversi modelli e aspetti che meritano di essere approfonditi successivamente.

Share.

About Author