Giardini senza zanzare: le piante e i rimedi migliori

0

Nei periodi estivi il relax fuori al proprio giardino viene minacciato dal fastidioso ronzio delle zanzare che si divertono a lasciarci punture molto dolorose. Questi antipatici insetti ormai iniziano a fare capolino già ai primi giorni di primavera ed in alcuni casi addirittura in inverno a causa degli sconvolgimenti climatici. La prima cosa che ci viene in mente è utilizzare gli spray antizanzara che hanno comunque un’efficienza limitata nel tempo e soprattutto contribuiscono ad aumentare notevolmente l’inquinamento atmosferico.

Come avere giardini senza zanzare in modo pulito ecologico? Basta utilizzare delle apposite piante che richiedono pochissima acqua, quindi una manutenzione molto scarsa, rilasciano un piacevole odore e generano dei fiori con un naturale effetto anti-zanzare.

Giardini senza zanzare: le piante da utilizzare nei giardini

Se il tuo giardino nei periodi estivi e primaverili diventa un ricettacolo di zanzare ti basta posizionare delle specifiche piante in prossimità del patio del tuo prato.

La citronella ha un odore molto penetrante ma piacevole che ricorda quello del limone ed è in grado di confondere le zanzare nascondendo l’odore della pelle e del sudore. È una pianta molto resistente ma nei periodi invernali ti consiglio di custodirla in casa altrimenti potrebbe morire a causa delle rigide temperature.

Se vuoi avere un giardino senza zanzare e contemporaneamente donargli un’esplosione di colori la scelta migliore è rappresentata dai gerani. Questi fiori risultano facili da coltivare e sono un repellente naturale contro mosche e zanzare.

La lavanda è una pianta sempreverde che richiede poche cure e che rilascia un odore molto gradevole all’uomo, ma decisamente sgradevole per le zanzare. Inoltre il colore viola e l’aroma della pianta risultano estremamente rilassanti e conciliano una sana pennichella fuori al giardino.

La calendula con le sue tonalità che vanno dal rosso all’arancione donano un aspetto molto piacevole al giardino e sono un ottimo rimedio contro le zanzare e parassiti. Questa pianta viene usata diffusamente anche tra una coltivazione e l’altra per impedire la proliferazione di batteri.

Altra pianta perfetta per un giardino “zanzara free” è il basilico, molto facile da coltivare e capace di emanare una piacevole fragranza. All’occorrenza puoi utilizzare basilico fresco per insaporire con un tocco fresco i tuoi piatti.

Se hai un giardino molto ampio ti consiglio vivamente l’eucalipto, una pianta che può arrivare fino a 25 metri di altezza e quindi ha bisogno di molto spazio. Nel periodo primaverile è richiesta un’attenta potatura per controllarne le dimensioni.

Come garantirsi un giardino asciutto

Il giardino deve essere asciutto e privo di ristagni d’acqua dove possono proliferare le zanzare. Per avere successo devi seguire 4 semplici regole.

Innanzitutto devi creare uno scasso piuttosto profondo dove posizionare la pianta. L’apparato radicale va indirizzato in verticale e devi effettuare innaffiature rare ma abbondanti, permettendo alle radici di scendere in profondità e non cercare l’acqua in superficie. La terza regola impone di fare un accurato drenaggio evitando che si creino ristagni di acqua in superficie. Infine devi creare un tondello di contenimento in prossimità della pianta capace di trattenere un gran quantitativo di acqua.

Le piante asciutte sono più profumate e fioriscono meglio rispetto alle piante concimate ed innaffiate poiché producono le fioriture e gli oli essenziali come rimedio naturale alla siccità.

Share.

About Author

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: