Il robot tagliaerba

0

Silenzioso e inesorabile contro l’erba, questo è il robot tagliaerba

Le previsioni per il futuro dei robot sono che essi si trasformeranno in copie perfette degli esseri umani, con le stesse sembianze e sostituiranno l’uomo in tutti i lavori noiosi e ingrati. In attesa del futuro, il presente fornisce una varietà di macchine che non assomigliano all’uomo, ma svolgono per lui compiti pericolosi o ripetitivi. Nato negli anni ’90 del secolo scorso, il robot tagliaerba è una di queste.

Oggigiorno puoi notare il movimento avanti e indietro dei robot tagliaerba all’interno dei giardini: silenziosi e precisi svolgono un ottimo lavoro, mantenendo il manto erboso continuamente alla stessa altezza. Sono macchine in grado di lavorare su terreni sconnessi, anche con pendenze del 45% (pari a 24°, ndr), in presenza di corridoi, varchi rappresentati da cancelli, piante e aiuole.
La tecnologia e la tecnica risolvono ogni problema: alcuni modelli sono in grado di lavorare tranquillamente sotto la pioggia battente, senza rovinare il manto erboso e senza problemi di funzionamento. Se ami la tecnologia, grazie al sistema GPS incorporato, i modelli più evoluti sono in grado di creare autonomamente una mappa del giardino.

Il funzionamento del robot tagliaerba

L’intero sistema è composto dalla stazione di ricarica che serve per il ricovero del mezzo e la ricarica delle batterie, in aggiunta alla macchina vera e propria. La stazione puoi sistemarla in qualunque punto del giardino tu voglia.

Il robot tagliaerba viene programmato e a questo punto inizia il suo lavoro. Per orientarsi nel percorso utilizza tre diversi sistemi di ricezione dei segnali: i cavi guida, il cavo esterno perimetrale e la stazione.

L’installazione del robot tagliaerba

Puoi anche installarlo da te, la procedura non è difficile. Per prima cosa dovrai accertarti che nel prato non siano presenti giocattoli, pietre o rami che potrebbero danneggiare la macchina. Inoltre l’altezza del manto erboso non dovrebbe superare i 10 cm circa. Se è più alta, prima di procedere con l’installazione dovrai tagliarla con un rasaerba.

A questo punto, devi posizionare la stazione di ricarica, meglio se in posizione centrale, rispetto al giardino. La stazione va protetta dalla luce solare diretta e dalle intemperie e, naturalmente, va collegata all’impianto elettrico.

A questo punto ti rimane da posizionare il cavo perimetrale che fungerà da confine ai movimenti del tuo robot tagliaerba. Dovrai posizionarlo anche attorno alle siepi e alle aiuole, per far sì che la macchina gli giri attorno. Infine il cavo guida: il mezzo lo utilizza per il rientro automatico alla stazione di ricarica, quando deve ricaricare la batteria. Dovrai stenderlo per tutta la lunghezza del giardino e collegarne un’estremità alla stazione e l’altra al cavo perimetrale, all’esatto opposto della stazione stessa.

Mentre posizioni il cavo metterai la macchina in carica: la ricarica completa di una batteria scarica richiede circa un’ora e mezza abbondante, dipende dai modelli.

Hai appena acquistato il tuo robot tagliaerba? Sei soddisfatto dell’acquisto? E buon lavoro!

Share.

About Author