Giardini d’Italia: come visitarli in treno

0

Trenitalia ha avviato un’iniziativa molto interessante per invogliare le persone a visitare 22 dei migliori giardini d’Italia, che fanno parte del circuito dei “Grandi Giardini Italiani”. Questi parchi infatti distano dalle stazioni ferroviarie delle rispettive città non più di 2 chilometri, quindi sono facilmente raggiungibili. Se ti piace visitare i parchi o i giardini italiani ma non ami guidare, allora quest’iniziativa fa al caso tuo. Gli abbonati regionali Trenitalia o i possessori di un semplice biglietto possono usufruire di uno sconto di 3,5 euro sull’acquisto della guida sui Grandi Giardini Italiani. Gli opuscoli sono anche comprensivi di cenni storici, curiosità, attrazioni, prodotti tipici e principali eventi durante tutto l’anno. Sono diversi i giardini d’Italia da visitare in treno ed in questo articolo ti fornisco alcune indicazioni su quelli più belli e suggestivi da Nord a Sud.

Il Giardino Giusti di Verona

giardino giusti VeronaDalla stazione di Verona Porta Vescovo si può raggiungere facilmente il Giardino Giusti, una bellissima struttura che risale addirittura al 1300. Qui passò Wolfang Goethe, che citò il bellissimo giardino nella sua opera “Viaggio in Italia”. Famoso è il cipresso di Goethe, che amava soffermarsi su un albero in particolare per la sua singolare forma. Il giardino custodisce numerose bellezze artistiche come una vasca con una fontana dove sono scolpiti dei delfini, statue pagane raffiguranti Minerva ed Apollo, un labirinto di siepi ed un’altra vasca di marmo rosso.

I Giardini d’Italia più belli: Villa Grock a Imperia

A pochi passi dalla stazione di Imperia sorge Villa Grock, uno dei giardini più estroversi e controversi d’Italia. L’edificio fu costruito a cavallo tra il 1924 ed il 1930 per volontà di Charles Adrien Wettach, famoso clown del suo tempo chiamato Grock. La villa è piena di misteri, leggende e contraddizioni che rispecchiano perfettamente lo stile goliardico di Grock. La stravagante costruzione mischia elementi di stile liberty, art-decò, orientale e rococò che conferiscono un aspetto bizzarro e curioso alla struttura. Massoneria ed esoterismo si intrecciano in un mix di elementi decorativi e simboli allegorici che ammantano la villa di mistero e di fascino. Per la sua particolare struttura Villa Grock ha ospitato il remake del video “Thriller”.

Il Giardino di Boboli a Firenze

giardini di boboliAlle spalle di Palazzo Pitti sorge lo splendido complesso di Giardino di Boboli, in prossimità della stazione di Firenze Santa Maria Novella. Il giardino fu curato personalmente dai Medici, un vero e proprio museo all’aperto che comprende statue antiche e rinascimentali, grotte e bellissime fontane. Nella struttura è presente il settecentesco padiglione di Kaffeehaus, un raro esempio della struttura rococò della Toscana che regala una vista fantastica sulla città di Firenze.

La Reggia di Caserta

reggia di casertaScendendo infine verso sud troviamo l’incantevole Reggia di Caserta, a pochi passi dalla stazione. Oltre alle sale reali dei Borbone è possibile ammirare gli incantevoli giardini, uno all’inglese ed un altro all’italiana. Laghi, fortezze, edifici, statue, corsi d’acqua e piante tropicali sono solo alcune delle bellezze che offrono i giardini. La Reggia di Caserta vanta parecchi “camei” nel cinema italiano ed internazionale, infatti ha fatto da sfondo a vari film come “Angeli e Demoni”, “La minaccia fantasma”, “Ferdinando e Carolina”, “Mission: Impossibile 3”, “L’attacco dei cloni” e tanti altri ancora.

Share.

About Author

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: