Orto in inverno: come prendersene cura?

0

L’arrivo dell’inverno rischia di rovinare l’orto e mandare in fumo tanti mesi di lavoro. Se vuoi salvaguardare l’orto in inverno in questo articolo ti illustro i trucchi, i segreti e le contromisure da adottare. Prima di tutto però è opportuno sapere quali sono gli alimenti da coltivare in inverno, capaci di resistere alle gelate ed alle rigide temperature del “Generale Inverno”. I legumi, i fagioli, l’insalata, i ravanelli, gli spinaci, l’aglio, la cipolla, gli asparagi e lo scalogno sono tra i cibi più resistenti ed indicati per la coltivazione in inverno.

Come curare le piante dell’orto in inverno

Le piante in inverno generalmente non richiedono una potatura eccessiva. É infatti sufficiente eliminare costantemente le foglie marcite o rovinate dopo le gelate. Assicurati di staccare anche le foglie morte che rischiano di intaccare i processi nutritivi provenienti dal sole, dall’acqua e dal terriccio.

Uno dei pochi vantaggi della coltivazione dell’orto in inverno è la quasi totale assenza di batteri e parassiti, che invece infestano prati e giardini nella stagione estiva. Alcuni parassiti però sono in grado di resistere anche alle rigide temperature invernali ed autunnali, cioè gli afidi. Se il tuo orto dovesse venire attaccato dagli afidi puoi utilizzare uno spray a base di piretro, che li elimina in poco tempo. Per evitare la prolificazione di questi parassiti ti consiglio di bagnare il terriccio con acqua mescolata ad un decotto di ortica.

Come innaffiare le piante in inverno?

annaffiare pianteL’orto in inverno non ha bisogno di innaffiature abbondanti. A dire il vero alcune piante che si coltivano a basse temperature non richiedono innaffiature frequenti neanche nei mesi estivi e primaverili, quindi ancor meno in quelli autunnali ed invernali. Il terriccio dovrebbe essere bagnato solo quando risulta particolarmente secco e sempre con una certa moderazione. Innaffia con acqua a temperatura ambiente ed aspetta che il terreno la assorba completamente, senza creare ristagni o pozze d’acqua.

Nei mesi invernali i normali processi nutritivi delle piante tendono a rallentare. In questo caso puoi rafforzarle usando un terriccio universale specifico per le stagioni fredde. Se la crescita delle piante risulta ancora difficoltosa puoi usare dei compost specifici ma sempre naturali.

Come proteggere le piante da temperature rigide e gelate

Gelate e temperature rigide sono tra i principali nemici del tuo orto in inverno, quindi devi adottare delle contromisure adeguate. Le serre da giardino o i teli per coprire le piante sono ottimi sistemi per proteggere la tua coltivazione. Il loro utilizzo è consigliato, se non obbligatorio, soprattutto nelle ore notturne quando non c’è la luce del sole.

Il terreno deve restare umido ed alla stessa temperatura per evitare sbalzi termici. A tal proposito ti suggerisco di coprire le radici con una pacciamatura, composta da un ampio strato di fogliame secco e da residui di corteccia.

Un altro pericolo, se vivi in zone molto fredde, è rappresentato dalla neve e dal ghiaccio che rischiano di spezzare le piante. Ti consiglio quindi di legare i rami al fusto, sciogliendoli quando sono passate le tempeste di neve o le gelate.

Se invece vivi in una zona particolarmente ventosa proteggi le tue piante fissandole a dei bastoni e legandole con un filo di iuta. Ricordati che la protezione non deve coprire completamente la pianta, la cui parte alta deve restare libera per poter ricevere la luce naturale del sole.

Share.

About Author

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: