Giardino inglese Reggia di Caserta, un giardino da sogno

0

Il giardino inglese Reggia di Caserta è senza ombra di dubbio una delle cose più belle e suggestive del sito vanvitelliano. Residenza reale più grande del mondo, la Reggia di Caserta è famosa in tutto il mondo per la sua bellezza ed è conosciuta in particolare per il suo parco che toglie il fiato. Soprannominata la “Versailles d’Italia“, questo palazzo reale fu voluto dal Re di Napoli Carlo di Borbone e nel 1997 è stata dichiarata patrimonio dell’umanità UNESCO, insieme all’acquedotto di Vanvitelli e al complesso di San Leucio.

Giardino inglese Reggia di Caserta: cenni storici

Regium Viridarium Casertanum, così veniva chiamato il giardino inglese della Reggia di Caserta nei cataloghi botanici dell’Ottocento. Si tratta del primo giardino di paesaggio realizzato in Italia su richiesta della regina Maria Carolina D’Austria, moglie del re Ferdinando IV. Le sue intenzioni erano di mettere in ombra quello di Versailles commissionato da sua sorella Maria Antonietta. I lavori iniziarono nel 1975 ad opera di Carlo Vanvitelli e del giardiniere inglese John Andrew Graefer.

Reggia di Caserta giardino inglese: caratteristiche

bagno di venere reggia di caserta giardino inglese

Il Bagno di Venere – Reggia di Caserta

Alimentato con l’acqua proveniente dall’acquedotto Carolino, il giardino Reggia di Caserta risulta essere longitudinalmente diviso, a oriente il “silvestre”, ad occidente il “coltivato”. L’ingresso è situato nei pressi della cascata che, dal monte di Briano, va a finire nella vasca di Diana e Atteone. Percorrendo i viali si può raggiungere l’Aperia, una struttura in passato utilizzata per allevare le api. A destra si trovano delle finte rovine di un tempio dorico in cui sono coltivate piante grasse. La parte più famosa della Reggia di Caserta, però, è il Bagno di Venere, con la dea della bellezza scolpita in marmo di Carrara. Nella zona sud si giunge al boschetto, mentre verso si sinistra si trova la parte dedicata alle coltivazioni.

Le piante più belle del giardino inglese Reggia di Caserta

giardino inglese reggia di caserta piante

Il giardino inglese della Reggia di Caserta

Nel corso del XIX secolo, grazie ai botanici Gussone e Terraiano, il giardino inglese Reggia di Caserta ottenne il nome di Real Orto Botanico di Caserta. Sono presenti, infatti, bellissimi esemplari di Cinnamomum camphora, Taxus baccata, Cedrus libani e quella che sembra essere la prima pianta di camelia giunta in Europa e proveniente dal Giappone. Il giardino all’inglese di Caserta, inoltre, presenta davvero numerose varietà di piante e tra queste si annoverano palme esotiche, magnolie, rose, piante grasse, pini, alberi di leccio e alloro.

Visitare la Reggia di Caserta e il suo giardino

La Reggia di Caserta, il suo parco e il suo giardino all’inglese, quindi, meritano davvero di essere visitate. Vere e proprie bellezze del patrimonio artistico – culturale italiano e non solo. Per chi desidera avere maggiori informazioni in merito alla Reggia di Caserta orari, si consiglia di visitare il sito ufficiale Reggia Caserta. Tutti i giorni – tranne il martedì – è possibile l’ingresso alla Reggia di Caserta e ai suoi giardini, a partire dalle 8.30. Gli gli orari di chiusura variano in base al mese in cui si decide di visitare uno degli edifici reali e i giardini di paesaggio più belli al mondo.

Share.

About Author

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: