10 giardini italiani da visitare assolutamente

0

I giardini italiani, famosi anche in tutta Europa e nel mondo, sono senz’ombra di dubbio una delle meraviglie del nostro Paese. Decantati da poeti e scrittori, sono stati e sono ancora lo scenario perfetto per eventi e celebrazioni.

Possiamo definirli veri e propri giardini da sogno, giardini bellissimi che meritano di essere visti almeno una volta nella vita. Immergersi tra queste ville e giardini e ammirare le piante, i fiori e le opere d’arte che ospitano è un’esperienza unica. Scopriamo insieme tutta la loro maestosa bellezza.

Giardini d’Italia: tipologie e caratteristiche

L’Italia è famosa per i suoi spettacolari giardini fioriti, ognuno dei quali si contraddistingue per delle caratteristiche peculiari. Ogni giardino, infatti, è diverso dall’altro ed è possibile imbattersi in stili del tutto diversi, ma sempre estremamente suggestivi. In particolare è possibile fare una distinzione tra i giardini all’italiana e i giardini all’inglese.

Giardino all’italiana

Il giardino all italiana è nato in Italia attorno al XVI secolo e si basa sull’idea di imporre alla natura dei canoni prettamente umani. Forme geometriche e perfetta simmetria dei vari elementi sono le caratteristiche di questa tipologia di giardino, che è stato in grado di influenzare l’intera storia del giardinaggio. Lo spazio risulta ben circoscritto e a tal fine vengono utilizzati ad esempio fondali.

Giardino all’inglese

Il giardino all’inglese, invece, si è sviluppato nel corso del Settecento e prevede l’accostamento di elementi naturali e artificiali come grotte, alberi, cespugli, pergole, rovini e tempi. Anche quando assume un carattere più selvaggio, la natura non è mai incolta.

A prescindere dallo stile utilizzato, però, i grandi giardini italiani sono da sempre apprezzati in tutto il mondo. Il motivo è facile da capire: i giardini all’italiana rappresentano un patrimonio naturale e culturale unico nel loro genere, culla di numerose dinastie e collaborazioni di artisti di spicco. In grado di tramandare ai posteri i fasti del passato, questi giardini rappresentano parte della storia della nostra nazione.

Per comprendere appieno le meraviglie del nostro Paese, abbiamo scelto 10 giardini italiani bellissimi. La scelta non è stata semplice, perchè il territorio italiano ne conta altrettanti che meriterebbero di essere visitati e ammirati almeno una volta nella vita.

Parco Giardino Sigurtà, Valeggio sul Mincio

parco giardino sigurtà valeggio sul mincio

Parco Giardino Sigurtà – Valeggio sul Mincio

Situato in provincia di Verona, il Parco Giardini Sigurtà è famoso per via delle sue numerose attrazioni naturali e storiche. Tra marzo e aprile è possibile ammirare all’interno del parco del mincio oltre un milione di tulipani. La fioritura più abbondante del sud Europa. Tra maggio e settembre, invece, il parco sigurtà giardino si colora con oltre 30mila rose. Da citare anche lo straordinario labirinto – che deve essere ancora completato – con l’imponente torre al centro del dedalo ispirata a quella del parco di Bois de Boulogne di Parigi.
Scenario di numerosi eventi e video musicali – come la canzone Convivendo di Biagio Antonacci – il giardino di Sigurtà, ancora oggi di proprietà della famiglia, offre una spettacolo da togliere il fiato nei mesi di giugno e luglio, con le suggestive piante acquatiche circodate da immensi prati verdi.

All’interno del parco di sigurtà potrete ammirare anche il Castelletto, un’edificio merlato commissionato dal marchese Antonio Maffei, la Grande Quercia, con i suoi 4 secoli di età, e l’Eremo., il tempietto in stile neogotico.

Giardino di Boboli Firenze

giardino di boboli firenze

Giardino di Boboli – Firenze

Storico parco di Firenze, il giardino Boboli è stato progettato per essere il giardino granducale di Palazzo Pitti. É considerato un vero e proprio museo all’aperto grazie alla bellezza sua architettonica – paesaggistica e alla presenza di numerose sculture. I giardini di Boboli sono considerati tra i giardini più belli d’Italia. Realizzato dalla famiglia dei Medici e completato in seguito dai Lorena e dai Savoia, nel 2013 Firenze Giardino di Boboli è stato dichiarato patrimonio dell’UNESCO.

Un polmone verde nel centro di Firenze che ospita specie di lecci antiche e fontane suggestive. A partire dalla Fontana del Carciofo, fino ad arrivare alla Fontana di Nettuno, passando per la fontana dell‘Oceano del Giambologna, questo giardino racchiude in sé secoli di storia. Il Prato del Cavaliere, situato sugli antichi bastioni ad opera del Michelangelo, offre un’ottima vista panoramica sulla Torre al Gallo. Tra i punti di attrazione di Boboli gardens, non si possono dimenticare il Kafferhouse, la Limonaia, progettata da Zanobi del Rossi, e la Palazzina della Meridiana. Infine il Nano Morgante in sella su una tartaruga di marmo, tappa obbligatoria per una foto ricordo.

Giardini di Villa d’Este Tivoli

Giardino villa d'este tivoli

Giardino Villa D’Este – Tivoli

A pochi passi dalla Capitale si trovano i giardini di Tivoli con circa 35 mila metri quadri di parco, 255 cascate, 100 vasche e 50 fontane. Fulcro del contesto paesaggistico, artistico e storico di Tivoli, il giardino è frutto della creatività di Pirro Ligorio. Ricco di terrazze e pendii, presenta uno stile architettonico tipico delle città romane. A caratterizzarlo sono le circa 30 mila piante a rotazione stagionale, 150 piante secolari ad alto fusto, 15 mila piante e alberi ornamentali perenni. Oltre a 9 mila metri quadri di viali, rampe e vialetti. Un vero e proprio capolavoro. Tivoli Villa d’Este è ricca di ninfee, fontane, grotte e giochi d’acqua, ammirati e apprezzati in tutta Europa.

Giardini di Sissi di Schloss Trauttmansdorff Merano

Giardini di sissi schloss Trauttmansdorff merano

Giardini di Sissi – Castel Trauttmansdorff, Merano

Considerato uno dei giardini italiani più affascinanti e suggestivi, i giardini di Sissi Merano, si estendono per ben 12 ettari e sono in grado di riunire in un anfiteatro naturale paesaggi esotici e mediterranei. Dal Castello di Merano è possibile inoltre godere di una vista mozzafiato sugli scenari montani circostanti.

Con oltre 80 ambienti botanici diversi e piante provenienti da tutto il mondo, i giardini di Castel Trauttmansdorff sono in grado di affascinare chiunque, in un fantastico intreccio di arte, natura e cultura.

Parco dell’Isola Bella Lago Maggiore

Parco isola bella lago maggiore

Parco Isola Bella Lago Maggiore

Considerato un vero e proprio paradiso in terra, il parco dell’Isola Bella sul Lago Maggiore è un’isola bellissima, dove lo stile lo stile barocco incontra l’architettura verde del giardino. A circa 400 metri al largo di Stresa, il parco Lago Maggiore Isola Bella circonda il palazzo Borromeo.

Ricco di statue, decori architettonici e specialità botaniche, Isola Bella Lago Maggiore presenta un giardino all’italiana che si sviluppa su terrazze e parterres situate a diverse altezze. Ad alternarsi, scalinate, obelischi e balaustre in pietra che creano un impatto scenografico davvero unico nel suo genere.

Parco del Castello di Miramare Trieste

Parco Castello di Miramare - Trieste

Parco Castello di Miramare – Trieste

Il Castello di Miramare e il Parco di Miramare, situati sul promontorio di Grignano, a Trieste, sono stati realizzati per volontà dell’arciduca Massimiliano d’Asburgo, che si avvalse delle maestranze di Josef Laube prima e di Anton Jelinek poi. Il parco di Miramare alterna nella zona est alberi, erba, sentieri, tortuosi e laghetti che vanno a creare lo scenario tipico del giardino all’inglese. Nella parte ovest, invece, sono presenti diverse varietà di piante provenienti da tutta l’Europa e non solo. A caratterizzare Trieste Castello di Miramare e il suo giardino, inoltre, le serre con vetrate che si aprono nell’originale struttura in ferro.

Giardino inglese Reggia di Caserta

giardino inglese della reggia di caserta

Giardino Inglese Reggia di Caserta

La Reggia di Caserta e il suo meraviglioso giardino all’inglese sono stati realizzati in seguito alla volontà della regina Maria Carolina d’Asburgo Lorena, moglie di Ferdinando IV. A caratterizzare questo giardino “di paesaggio” sono le numerose piante esotiche e sementi derivanti da Capri, Vietri, Salerno, Cava de’Tirreni, Agnano e Solfatara. Le piante, alimentate dall’acqua proveniente dall’acquedotto Carolino, creano un’atmosfera unica. Il giardino inglese Reggia di Caserta è caratterizzato inoltre da statue e monumenti, laghi, corsi d’acqua e viottoli che percorrono l’intero parco.

Giardini Reali Torino

giardini reali torino

Giardini Reali – Torino

I parchi di Torino sono famosi per il loro aspetto regale, che riporta alla mente le dinastie passate che hanno reso grande questa meravigliosa città. A Torino i Giardini Reali sono situati dietro al Palazzo Reale e al Palazzo della Prefettura – Armeria Reale, in pieno centro. La villa reale torino e il suo parco, opera dell’architetto André Le Nôtre, sono caratterizzati da magnifici giochi d’acqua che fanno da cornice a vere e proprie opere d’arte fiorite, caratteristica tipica dei giardini nobiliari europei. Al centro della parte recintata è presente una vasca in marmo bianco con la Fontana di Nereide e i Tritoni. Ammirati in tutta Europa per il loro valore storico e monumentale, i Giardini Reali di Torino si sviluppano su un’area di 7 ettari.

Orto Botanico Palermo

orto botanico palermo

Orto Botanico – Palermo

Istituzione dell’Università di Palermo, il giardino botanico è conosciuto in tutto il mondo per la ricchezza di piante di ogni tipo e provenienza che ospita al suo interno. All’interno dell’orto botanico di Palermo potrete ammirare le serre, che si estendono per circa 1300 metri quadri, e il Giardino d’Inverno, che presenta numerose specie provenienti da Africa, America Centrale, Sud America, Asia e Australia. Alcune delle piante dell’orto botanico si possono ammirare anche all’interno dei giardini inglesi Palermo.

Giardino di Ninfa

giardino di ninfa Semonera

Giardino di Ninfa – Semonera

Chiude la nostra lista dei giardini italini più belli il giardino di Ninfa. Un luogo romantico, quasi magico, che sorge nei pressi del comune di Semonera. Il giardino, assieme alla villa delle Ninfe, offre un paesaggio davvero mozzafiato. Si tratta di un tipico giardino all’inglese, che si estende per 8 ettari; il giardino di Ninfa è attraversato da numerosi ruscelli e dal fiume Ninfa. Tanti sono le topologie di piante presenti: meli ornamentali, acero a foglie bianche, pino con foglie di color argento, per citarne solo alcuni.
Alle spalle della chiesa di Santa Maria Maggiore troviamo presenti roseti e begonia gialla. Visitando i giardini di Ninfa, inoltre, ci si può imbattere nell’albero della nebbia, melograni nani e l’albero dei tulipano. Una vera e propria oasi di Ninfa.

Share.

About Author

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: